Conti deposito e Bond – Qual’è il più sicuro e conveniente?

Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2012

bond e conti deposito quale scegliereI Bonds fanno parte di un sistema di investimento ed in particolare sono dei titoli di credito. I soggetti che fanno parte del bond sono due: una persona o investitore e l’ente che emette, appunto, i bonds.

Gli enti che mettono il bond possono essere praticamente tutti, a partire dallo Stato, il Governo, un’azienda e anche le organizzazioni internazionali.

Il loro funzionamento è teoricamente abbastanza semplice e lo si può in qualche modo paragonare al funzionamento del conto deposito.

L’ente che emette si assume degli impegni nei confronti di chi li acquista o li acquisterà. Se tu, per esempio avessi intenzione di acquistare dei bond, l’emittente dovrebbe garantirti alcuni fattori.
Il più importante è quello di ridarti il tuo capitale per intero entro la scadenza fissata in anticipo. Il secondo, che rende il bond un elemento di investimento, è di ridarti il capitale maggiorato dagli interessi.

Durante tutta la durata e fino alla scadenza, il tuo capitale aumenta di valore e lo fa sulla base di un tasso di interesse che viene stabilito al momento dell’emissione del bond stesso.

Sembra tutto molto semplice ed efficace. E allora Bond si, Bond no? Conviene come investimento?

La domanda è lecita ma la risposta non è così scontata. Il loro valore in moneta è legato ad alcuni elementi come il valore dell’ente che li emette e ovviamente, al valore degli interessi che sono pattuiti.

Essendo delle obbligazioni emettibili da qualunque azienda, al momento dell’acquisto si deve cercare di capire se l’azienda è solida e se, alla fine, sarà sul serio in grado di onorare gli impegni presi.

Come abbiamo detto i bonds sono simili ai conti deposito ma c’è una sostanziale differenza.

Generalmente il bond viene messo in circolazione solo quando l’ente o azienda ha strettamente necessità di denaro; il prodotto bancario è invece sempre disponibile e serve ad accrescere il capitale della banca.

L’azienda che ti propone il bond come investimento ha bisogno di soldi, se no non ti proporrebbe questo titolo. La necessità economica potrebbe rendere non sicurissimo il rientro del tuo capitale.

Affinché tu abbia una certezza maggiore è sicuramente meglio rivolgersi ad azienda più che solide oppure a Stati che siano classificati con le triple A, codice che ne stabilisce la serietà di risarcimento.

Il conto deposito è più sicuro del bond proprio perché si tratta di un rapporto di investimento sempre attivabile e non generato da una necessità impellente di capitali. Il denaro che tu investi viene utilizzato dalla banca in suoi investimenti ma la banca non si regge sui soldi che gli investitori versano; o almeno non solo su quelli.

Inoltre sei sempre protetto dal Fondo Interbancario di Tutela dei Deposito che si attiva per risarcirti nel caso la banca non possa farlo o non sia in grado di farlo.

Oltre ad essere sempre disponibile, lo strumento finanziario bancario ha un’ottima reputazione determinata dall’alto rendimento. Si possono guadagnare parecchi soldi semplicemente investendo e senza dover far nulla. Gli interessi a cui puoi ambire arrivano al 4,5% e a volte lo superano largamente e si tratta di investire per breve tempo con un massimo di 36 mesi.

Il bond è un buon modo di investire, ma se vuoi sicuro senza rischiare nulla, scegli il conto deposito.

Buon investimento

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;