Cosa fare alla scadenza dei vincoli del Conto Deposito? Ecco 3 opzioni interessanti

Ultimo aggiornamento: 20 giugno 2012

scadenza conto depositoIl conto deposito vincolato è un investimento con scadenza precisa che viene stabilito dal cliente al momento del primo deposito di capitale. Può durare 1 mese come 36 mesi e allo scadere di questo tempo, dovrai scegliere cosa fare del tuo capitale e ovviamente del tuo rendimento guadagnato.

Le opzioni che ti si prospettano sono 3:

  • prendere il capitale e gli interessi e spostarli sul tuo conto corrente
  • lasciare il tuo capitale e gli interessi sul conto deposito ma senza opzione di vincolo
  • investire nuovamente il capitale e gli interessi in un nuovo conto deposito vincolato.

Tutte e tre le scelte sono auspicabili ma saranno determinate soprattutto dalle tue esigenze famigliari ed economiche.

La prima scelta è quella che normalmente potrebbe venirti in mente; “ho investito e ora mi godo il guadagno”. E’ una scelta logica e se hai esigenza di rientrare in contatto con il tuo denaro, non potresti fare altro.

Se invece i soldi che hai investito la prima volta non ti servono subito, potresti pensare di prendere magari solo il rendimento e di lasciare il resto sul conto deposito.

Il conto deposito libero, a differenza di quello vincolato, ti permette di usare i soldi a piacimento come se li avessi su un conto corrente normale. Però, a differenza del conto corrente, i tassi di interesse che la banca ti dà sono molto più alti. Il conto corrente spesso e volentieri costa di più di quanto in effetti rende. Il conto deposito libero non ti costa nulla e come minimo puoi avere un tasso base pari all’1%. Se cerchi poi con attenzione, alcune banche offrono dei tassi base che sono quasi uguali a quelli concessi nei conti deposito vincolati.

La scelta ottimale rimane quella di investire di nuovo il tuo capitale, ovviamente se ne hai la disponibilità e se hai la certezza di non aver bisogno di denaro per un certo periodo di tempo.
Il conto deposito vincolato rimane una forma di investimento che rende molto soprattutto in proporzione al tempo che vincoli i tuoi soldi.

L’unica pecca, se vogliamo chiamarla così, è il tasso di interesse che la banca scelta potrebbe offrirti in quanto cliente acquisito. I rendimenti migliori sono infatti dedicati ai nuovi clienti o a coloro che portano capitali nuovi provenienti da altre banche. Il secondo investimento che potresti scegliere di fare presso la stessa banca, potrebbe non essere poi così conveniente.

I tassi di interesse per i clienti acquisiti sono infatti più bassi e il valore scende al mezzo punto al punto.

Il consiglio è allora quello di investire di nuovo, ma presso un’altra banca; questa, ovviamente deve essere una banca con cui non hai mai avuto rapporti di investimento.

Devi approfittare delle offerte che le banche rivolgono ai nuovi clienti e puoi aprire e chiudere i conti deposito quando vuoi. Investire in questo modo, diversificando, non ti costa nulla perchè aprire, chiudere o gestire i conti deposito è gratis. Quindi scegli e attiva 1 o più conti deposito.

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;