Dal 1° Gennaio 2012 sui conti deposito la tassazione si abbassa al 20% e aumenta il rendimento

Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2012

riduzione tassazione sui conti depositoLa finanziaria dell’agosto 2011 ha introdotto numerose novità sulle tassazioni relative agli investimenti. Nonostante una marea di modifiche a sfavore del cittadino, alcuni punti si sono rivelati a totale favore.

A seconda del tipo di investimento che si sceglie di fare, dovrai sapere che tipo di imposte dovrai pagare sul rendimento; il rendimento è il guadagno netto che ottieni dal tuo capitale investito.
Se investi 100 e ottieni 5, su questi 5 nel caso dei conti deposito oggi dovrai pagare solo il 20% di tasse.

Il decreto Legge 138/2011 è quello che stabilisce la percentuale di tasse da pagare. Nel caso dei conti deposito la tassa è passata dal 27% al 20%, rendendoli oggi tra gli investimenti più vantaggiosi che potrai scegliere.

Il decreto legge è ormai entrato in vigore dal 1 gennaio 2012.

Il conto deposito è un ottimo modo di investire i propri risparmi  e lo è per una serie di ottimi motivi:

  • il costo di apertura è pari a zero
  • il costo di gestione è sempre gratuito
  • il costo di chiusura è assente
  • le banche spesso coprono anche il bollo di imposta
  • dovrai pagare solo il 20% di tasse sulla rendita

In pratica il conto deposito conviene sempre di più perché non prevede nessun costo e ti garantisce un rendimento certo e sicuro.

A differenza di altre forme di investimento, il conto deposito presentato dalle banche ha un rendimento fissato e preciso. Il guadagno non è vincolato all’andamento del mercato finanziario ma è semplicemente concordato all’inizio del deposito.

Con la presenza della nuova aliquota fiscale del 20%, il conto deposito conviene ancora di più. Il rendimento ormai sfiora anche il 5,00% sui depositi annuali, non ci sono spese e paghi solo questa tassa. Il vantaggio è consistente se pensi che non dovrai pagare una commissione agli intermediari, che non dovrai pagare il bollo e nessun altra spesa.

Già lo scorso anno, con la tassazione al 27%, i conti deposito si sono affermati come un investimento conveniente. Il 2012 segna un punto in più ai conti depositi, offrendoti un prodotto finanziario sicuro e una tassazione inferiore.

I conti deposito possono essere definiti sicuri al 100% anche perché tutelati dalla presenza del Fondo Interbancario di Tutela Depositi ; questo fondo ti garantisce una copertura fino a 100.000 euro nel caso la banca fallisca e non possa ridarti il tuo capitale.

I conti deposito con la tassazione sul rendimento pari al 20% devono essere considerati il modo migliore di far fruttare i tuoi soldi. Sono investimenti a breve termine e ti permettono di “provare” ad investire anche per 1 solo mese ottenendo molto di più di un tradizionale conto corrente.

La gestione del conto deposito è quasi sempre online e questo ti permette di avere sempre sotto controllo tutti i movimenti e tutti i guadagni dovuti agli interessi che la banca ti eroga.
Ogni banca ti offre un prodotto personalizzato e variabile; sta a te scegliere quello che maggiormente si adatta alle tue esigenze.

Non importa quale conto deposito scegli perché è sempre un’ottima scelta, praticamente gratuita a parte la sola spesa legata alle tasse del 20% sui guadagni. Ma che comunque sono oggi le più basse sulle rendite finanziarie.

 

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;