Investimenti con rendimento fisso o variabile: Il conto deposito com’è?

Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2012

Investimenti con rendimenti fissi e variabili nei conti depositoSei pronto ad investire il tuo capitale ma prima di scegliere, valuta se vuoi lanciarti su i rendimenti a tasso fisso o su quelli a tasso variabile.

Facciamo una distinzione netta tra i due tipi di investimento e in questo modo potrai scegliere con la massima libertà ma, soprattutto, con la massima coscienza.

Gli investimenti con rendimento fisso sono investimenti che ti garantiscono a priori un certo tasso di interesse; questo tasso rimarrà invariato per tutto la durata del tuo investimento.

Un esempio di investimento con rendimento a tasso fisso è il conto deposito.

Questo prodotto è erogato dalle banche ed ogni realtà bancaria ti proporrà un’offerta soggettiva. Ogni banca applica, a seconda della durata del deposito e dalla scelta del vincolo o no, un rendimento.

I conti deposito prevedono un rendimento fisso sia nel caso di deposito libero che nel caso di deposito vincolato. Se parliamo di conto deposito vincolato, puoi scegliere un investimento di 1 mese oppure di 3, 6, 9, 12, 18, 24 e 36 mesi. Sono prodotti finanziari versatili che si adattano ad ogni tua esigenza finanziaria. La comodità è che puoi gestire il tuo capitale comodamente online ed inoltre non devi pagare nulla. Ogni conto deposito è gratuito e oggigiorno le banche ti pagano anche il bollo previsto dalla legge.

Il tasso di interesse ti viene dichiarato prima che tu faccia la tua scelta e non cambierà mai. Se i mercati finanziari dovessero crollare, il tuo rendimento ti verrà comunque dato. A tutela maggiore dei consumatori che investono nei conti deposito interviene il Fondo di Tutela dei Depositi che copre in caso di mancanza da parte della banca.

Gli investimenti con rendimento variabile comprendono i titoli di stato o obbligazioni e le azioni.

Le obbligazioni possono, e va detto, essere sia a tasso fisso che variabile. Nel caso di tasso fisso gli interessi maturati sono concessi periodicamente con tempi stabiliti. Parlando invece di obbligazioni a tasso variabile gli interessi sono considerati sulla base dell’andamento Euribor a 3 o 6 mesi.

Le azioni a differenza delle obbligazioni subiscono l’andamento dei mercati finanziari e della solidità degli Stati.

Non è facile scegliere se optare per un tasso fisso o un tasso variabile anche se la tua audacia sarebbe un punto di partenza. Nella norma chi si ritiene un investitore prudente, tenderà a scegliere gli investimenti a tasso fisso.

Il tasso fisso, nel caso delle azioni, è da scegliere quando i mercati sono favorevoli e sono sicuramente usati in forma speculativi.

Il tasso variabile non subisce delle oscillazioni eccessive ma non si ha mai la certezza del risultato finale.

In ogni caso un’azione o un’obbligazione sono assoggettate agli andamenti dei tassi di interesse. Ricordati che per acquistare delle obbligazioni o delle azioni dovrai rivolgerti a persone qualificate come gli intermediari. Questa professione e l’acquisto comprende il pagamento di una commissione.

Insomma se hai intenzione di investire devi capire se hai voglia di rischiare e allora optare per le azioni con rendimento a tasso variabile; oppure se vuoi avere un rendimento certo e senza alcuni rischio intrinseco, dovrai optare per investimenti con rendimento fisso come i conti deposito.

Spero di averti fornito un informazione utile e interessante. Vedi qui per scoprire tutti dettagli sui conti deposito migliori che puoi attivare.

 

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;