Quanti Soldi investono gli Italiani nei Conti Deposito?

Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2012

conti deposito statistiche italianiLe famiglie italiane iniziano a capire come funzionano gli investimenti e in cosa possono investire per guadagnare di più senza rischiare di perdere i soldi faticosamente messi da parte.

Di dati sull’argomento ne girano parecchi ed è interessante valutare l’effettivo interesse dell’investitore medio.

I dati più interessanti emergono da una ricerca, condotta anonimamente, dal sito di Sos Tariffe. I dati si riferiscono ad un campione piuttosto ampio di circa 37.000 persone.

Emerge che, nella norma, le cifre che l’italiano medio investe difficilmente superano i 30.000 euro. E la scelta di maggiore successo è stata quella di investire nei conti deposito, tipologia di investimento che risulta avere un ottimo rapporto di guadagno rispetto al rischio.

L’italiano preferisce investire per tempi piuttosto brevi che mediamente stanno intorno ai 6 mesi. Si tratta di conti deposito vincolati che offrono un buon rendimento. Sicuramente il timore di aver bisogno di riprendere il proprio denaro, spinge l’investitore medio a non vincolare per troppo tempo il proprio capitale.

Per capire meglio di che cifre stiamo parlando, prendiamo in considerazione un investimento nel conto deposito vincolato a 6 mesi: il 40% degli investitori presi a campione ha scelto questa strada.

Non è molto appetibile, sempre secondo questa ricerca, un investimento vincolato a 18 mesi.
Peccato perché più l’investimento è lungo e maggiore è la possibilità che hai di ottenere un ottimo rendimento. Ovviamente il timore è presente e la scelta di investire in un conto deposito così lungo è presente e non giudicabile.

Da altri studi, condotti da Banca Italia emerge che la conoscenza dell’ambito finanziario è più alta di quello che si possa pensare. Anche se le notizie spesso vengono filtrate e sono date in modo piuttosto superficiale, soprattutto dai telegiornali, in qualche modo arrivano in forma corretta al soggetto finale.

Dai dati riportati da questa ricerca di Banca Italia, emerge che più del 12% delle famiglie italiane ha dei fondi di investimento, obbligazioni o conti deposito.

Di queste famiglie più della metà intervistate denuncia una buona conoscenza delle dinamiche legate agli investimenti.; si parla di cifre che rasentano anche il 70% delle famiglie. Le famiglie italiane sono quindi in grado di valutare il proprio potere di acquisto. Nella scelta degli investimenti o nelle richieste di prestiti o mutui, le famiglie ne sanno abbastanza per poter fare le loro scelte al meglio.

L’età media degli investitori è di circa 40-55 anni ma sta salendo la fascia di investitori con età intorno ai 35 anni.

L’informazione è sicuramente in parte merito di internet che fornisce notizie utili.

Sicuramente le notizie che si sentono forniscono un buon punto di partenza per scegliere in cosa investire i propri soldi. Ma è sempre bene riuscire a trarre notizie anche direttamente dalle banche a cui si decide di rivolgersi.

Inoltre, grazie ad internet, è possibile fare delle comparazioni tra prodotti e scegliere quello che più si adatta alle esigenze della famiglia.

Scegliere un conto deposito piuttosto che un altro è alla base di un buon rendimento finale, vedi qui i migliori: Conti Deposito Migliori

Buon investimento.

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;