Confronto fra beni rifugio (oro, diamanti, ecc..) e conti deposito – Qual’è investimento da scegliere oggi?

Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2012

beni rifugio e conti deposito a confrontoIl mondo dell’investimento è molto vasto e può soddisfare le richieste di ogni tipologia di investitore. Il concetto di base è trovare il modo di far fruttar quanto più possibile il proprio capitale. Tra le offerte più allettanti che incontrano il gusto di molti si trovano i conti deposito che oggi, vogliamo mettere a confronto con i beni rifugio.

Prima di confrontarli è bene comprendere cosa sono i beni rifugio. Il diamante è un bene rifugio così come l’oro e la valuta. Anche i titoli di Stato entrano di diritto in questa categoria.

Il diamante, come l’oro sono sempre un buon modo di far fruttare i capitali. Sono dei beni che migliorano il loro valore sempre. E’ difficile che possano diminuire il prezzo. L’unico inconveniente è la necessità di avere parecchi soldi. L’acquisto comporta, infatti, un esborso di capitali consistenti per acquisire lingotti o partite di diamanti pregiati. Solo la purezza di questi due beni di rifugio possono determinare un effettiva scelta di investimento corretto.

Un altro modo di guadagnare è quello di speculare sul valore delle valute estere. Alcuni stati sono considerati più forti di altri ma spesso la situazione cambia permettendo di specularci sopra e di guadagnare parecchio. E’ un gioco piuttosto rischioso perché non è sempre prevedibile l’andamento. Fino a qualche anno fa, sono state molte le persone che si sono arricchite con questo sistema ma ora delle leggi internazionali ne hanno ridotto l’appetibilità mettendo parecchie limitazioni a queste transazioni.

I titoli di Stato si basano sul prestito da parte dei cittadini di denaro che lo Stato adopera per mantenere tutte le infrastrutture. Scaduto il tempo, l’investitore viene risarcito del prestito con una maggiorazione derivata dagli interessi. Rimangono un ottimo investimento anche se i tassi di interesse non sono più come una volta e anche le limitazioni possono rendere ostico questo strumento finanziario.

Questa veloce panoramica serve a spiegarti, in modo semplicistico, le meccaniche che si nascondono dietro un investimento in beni rifugio e anche per determinare le differenze con un conto deposito.

Si parte dal fatto che è un prodotto bancario, ovvero sono le stesse banche a stabilire le regole di base e anche quanto potresti guadagnare. Il vantaggio principale è l’alto rendimento rapportato alla breve durata. I tassi di interesse sono stabiliti a priori e non hai sorprese come perdere parte del tuo denaro perché è un prodotto sicuro al 100%.

A differenza dell’oro e dei diamanti, non devi avere necessariamente un grosso capitale da investire e anche con soli 100 euro puoi guadagnare bene. Non devi aspettare che vengano emessi come i titoli di Stato perché sono sempre a disposizione e sei te a scegliere come e quando investire.
Non hai nessun rischio di perdere niente, grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi; se la banca dovesse fallire, tu riavrai tutti i tuoi soldi (fino ad un massimo di 100.000 euro) nel giro di un paio di mesi. Un ottimo elemento di garanzia aggiuntiva.

I beni rifugio sono buoni ma in questo periodo di crisi forse non conviene rischiare è meglio scegliere uno strumento sicuro come il conto deposito.

Questo articolo ti è stato utile?
Segnalalo ai tuoi Amici! Clicca sul Mi Piace, sul +1 o sul botone twitter per segnalare loro questo articolo. Basta un click

 

;